RESIDENZIALE & COMMERCIALE

Accettazione tacita di eredità: quando è obbligatoria?

NON DISPONIBILE

Desideri vendere un immobile ereditato? Sapevi che in tal caso l’accettazione tacita è obbligatoria. Quando si riceve un appartamento in eredità è bene fare attenzione! Esiste infatti la credenza diffusa che, dopo aver completato la successione, non ci sia più nulla da fare: ciò è vero solo nel caso in cui non si voglia vendere la casa ereditata.

Chi invece decide di mettere sul mercato la proprietà immobiliare ha l’obbligo di procedere alla trascrizione della cosiddetta “accettazione tacita” alla presenza di un notaio, in quanto è obbligatorio farlo davanti a un pubblico ufficiale che possa eseguirlo, come previsto dal Codice Civile.

NON DISPONIBILE

Ma perché si rende necessario questo passaggio? Il motivo è semplice e risiede nella tutela dell’acquirente. In questo modo infatti la trascrizione garantirà la presenza nei registri immobiliari del passaggio della proprietà, a beneficio della “continuità delle trascrizioni”.

In parole semplici, quando si richiede la visura ipotecaria della casa, deve essere indicato il passaggio di proprietà per successione e questo atto serve proprio per dare evidenza di tutti i processi.

NON DISPONIBILE

Oltre alla presenza dell’interessato e del notaio si renderà necessario procurarsi alcuni documenti: la copia della successione e l’atto di morte del precedente proprietario.

L’indicazione in caso di immobile ereditato è quindi quella di mettere in regola la documentazione, anche qualora non si decida di vendere nell’immediato, proprio per averne pieno possesso e poterne disporre liberamente il qualsiasi momento. Progeacasa ti guiderà fornendoti tutte le informazioni necessarie per procedere e portarti così avanti nell’espletamento di questo obbligo senza aspettare l’ultimo momento.

Potrebbe interessarti anche...